Itinerario di un week-end a Torino

Ne sono sempre più convinta, Torino è decisamente una delle città più belle d’Italia. Così elegante e armoniosa, così liberty e vittoriana. Il primo fine settimana d’Aprile ci sono stata per meno di 48 ore ed in vista di questa breve gita ho setacciato il web alla ricerca di un itinerario perfetto (o da cui prendere ispirazione) per quei due giorni: musei, posti da visitare, ristoranti da provare e cose da fare. Ad essere sincera non ho trovato proprio quello che facesse al caso mio e magari questo articolo potrebbe aiutare anche a te. Infatti ti lascerò in dettaglio tutte le info che ho raccolto e due percorsi su Google Maps che potrai utilizzare anche per il tuo week-end a Torino. Cominciamo subito!

Avendo così poco tempo a nostra disposizione abbiamo pensato di fare una cernita e scegliere le cose assolutamente da non perdere di Torino. Ti preciso inoltre che non mi piacciono i tour de force e i programmi che prevedono di correre da un lato all’altro della città senza sosta. Mi piace avere il tempo di osservare tutto con calma, di godere della città, anche a discapito di un museo o di una Chiesa. Anche perché in teoria questi sono siti di interesse che di certo non scappano e potrò andare a vederli la prossima volta, anzi così ho una scusa in più per una nuova vacanza. 😀

Innanzitutto dove dormire a Torino? Su booking.com, lo saprai meglio di me, trovi un’infinità di possibilità. Quello che faccio sempre io è di scegliere una stanza nelle prossimità della stazione o comunque vicino al mezzo di trasporto che prenderò per arrivare ed andare via. Escludo questo ragionamento se viaggio in aereo perché tanto si sa che gli aeroporti sono sempre lontani dal centro. Tornando a noi, questa volta avendo prenotato un pò all’ultimo momento, abbiamo optato per la Mansarda De Sonnaz. E che mansarda! Guarda era un gioiellino. Ti lascio qui subito un paio di foto e sono sicura che te innamorerai. C’era persino la jacuzzi! Te la consiglio anche per la sua posizione, vicinissima alle stazioni di Torino Porta Nuova e Porta Susa. Certo, se sei tipa da colazione in camera, o subito appena sveglia, non fa al caso tuo; ma ci si può organizzare anche per quello: puoi sempre mandare il fidanzato/a al bar 😀

 

Cosa vedere a Torino? Ecco una lista dei luoghi che avevamo scelto di non perdere:

  • Piazza Castello
  • Piazza Solferino
  • Piazza San Carlo
  • Duomo
  • Mole Antonelliana
  • Museo del Cinema
  • Santuario della Consolata
  • Parco del Valentino
  • Borgo Medievale
  • Monte dei Cappuccini

Ahimè non siamo riusciti a fare tutto perché proprio quel week-end aveva deciso (chi non lo so) che doveva piovere senza ritegno. Infatti persino la vista dalla Mole (ci si arriva con l’ascensore panoramico), non è stata il massimo. Secondo i miei piani saremmo arrivati lì proprio per l’ora del tramonto e l’avevo immaginata anche come un’attività molto romantica. E’ rimasta un’immagine, per l’appunto. 😀 C’è di buono che in più abbiamo visitato la torre adiacente al Duomo, arrivando in cima dopo la bellezza di 210 gradini (si fanno abbastanza facilmente ed in fretta) e godendo di un’altra bella visuale, ed abbiamo fatto un giro per il mercato di Porta Palatina prima di avviarci a cena. Un paio di consigli utili: quando scegli cosa visitare mi raccomando assicurati di aver controllato gli orari di apertura dei vari monumenti e musei perché alcuni chiudono nella pausa pranzo (tipo il Duomo), e se sai già come ti muoverai considera l’opzione di prenotare ed acquistare i biglietti dei musei online, soprattutto per la Mole risparmierai un sacco di fila! Qui ti lascio i link a due percorsi che ho creato su Google Maps (il punto di partenza è il nostro alloggio, ma credo tu possa modificarlo), molto funzionali anche in base ai locali che volevamo provare: https://goo.gl/maps/U9NiKG3teb42   –     https://goo.gl/maps/Cbk2zPmmLvJ2

 

Dove mangiare a Torino? Questi sono tutti i nomi di ristoranti che mi ero segnata (e che di riverso condivido con te) perché suggeriti online, tutti rigorosamente specializzati in cucina tradizionale piemontese e non:

Cantine Vittoria Porto di SavonaRistorante sotto la MoleOsteria antiche sereTrattoria sotto la lunaTre gallineSolferinoAgnolotti & FriendsI ValenzaAccademia del panino

Noi per la cena del Sabato alla fine abbiamo optato per la Bruschetteria Pautasso. E’ uno dei locali più rinomati della Torino centro (per questo ti suggerisco di prenotare) e con una vasta gamma di piatti ed un giusto rapporto qualità prezzo. Abbiamo scelto il menù degustazione: otto portate con assaggi di antipasto, primi e secondo; il tutto accompagnato da tre diversi calici di vino rosso. Il costo del menù è di €35 a persona se si sceglie il vino, di €25 senza. La bagna cauda era buonissima anche senza l’aglio, ma se sei coraggiosa ed anche un pò egoista – perché diciamocelo, sei un pò egoista se ti mangi tutto quell’aglio e la notte devi dormire accanto a qualcuno (ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale 😀 ) apprezzerai sicuramente anche la preparazione così come la prevede la tradizione.

 

Fino all’ultimo ero indecisa sulla pubblicazione di questo articolo, perché il week-end non è andato proprio secondo i piani, ma alla fine ci ho messo più di una settimana a caricare tutte le foto perché la connessione faceva i capricci e mi ero impegnata tanto per cercare informazioni e consigli che non mi andava di buttare via tutta la “fatica” fatta.  Per cui chissà magari qualcosina torna utile anche a te! Se invece sei tu ad avere qualche suggerimento utile per la mia prossima visita lasciami pure un commento.

A presto!